Dolore al ginocchio: un sintomo, mille cause

23 Luglio 2019 - Terapie -
Condividi

Ne soffrono giovani e anziani, sportivi e sedentari, 20enni come 60enni: la gonalgia è una patologia trasversale che colpisce una volta nella vita il 70% delle persone (lo conferma uno studio condotto su un campione-test di 120 intervistati) causando oltre a sofferenza anche difficoltà nella normale gestione della quotidianità.

Le cause

Le motivazioni che la scatenano possono essere molteplici ma in prima istanza riguardano l’infiammazione dei nervi che interessano la schiena, il ginocchio, l’anca, le caviglie e le cosce e il cui compito è quello di conferire sensibilità all’arto. Possono anche provocare dolore al ginocchio, oltre alla sua frattura o alla sua lussazione, la distorsione dei legamenti, la lesione dei menischi, tendiniti, borsiti, artrosi, artrite reumatoide e settica. Tra le cause della patologia si annoverano inoltre le cisti di Baker; la condropatia rotulea ed un eccesso di sforzo per overtraining sportivo. Anche malformazioni e postura scorretta possono infine avere ricadute sull’articolazione generando sofferenza.

La sintomatologia

Dolore – “acuto” quando è presente una lesione o un’infezione e “cronico” se la lesione è grave - accompagnato da gonfiore e dalla formazione di ematomi complice l’accumulo di liquido nel ginocchio sono i principali segnali della patologia. Ulteriori indizi sono la diffusa debolezza, la difficoltà nei movimenti e a sorreggere il peso corporeo, scricchiolii dell’articolazione sino al suo blocco con impossibilità di allungamenti e flessione. Anche la febbre può essere un’avvisaglia.

La diagnosi

Dopo una valutazione complessiva del paziente, con particolare riferimento ad anamnesi, esame obiettivo, sede e attività associata alla comparsa della patologia, si procede a valutazione specialistica ortopedica avvalendosi di radiografia, risonanza magnetica, ecografia, tomografia computerizzata. Nel caso di sospetta gonalgia acuta o cronica di origine dubbia, associata a versamento articolare, si procede a aspirazione e esame del liquido prelevato che prevede la colorazione di Gram, colture, conteggio totale e differenziale dei globuli bianchi e ricerca dei cristalli.

Max 980px
knee pain laser treatment

La terapia

Riposo, tenere il ginocchio appoggiato su un cuscino, assunzione di analgesici e antidolorifici (quando non è presente una problematica già diagnosticata) sono i primi step da adottare unitamente ad applicazione di ghiaccio (infiammazione) o della borsa di acqua calda (artrite dell’articolazione). Nel caso di patologie già definite a seguito di visita specialistica e di esami mirati il protocollo terapeutico prevede infiltrazioni di cortisone e/o di acido ialuronico e, nel caso di presenza di liquido, un intervento ad hoc. Funzionali alla riduzione della sofferenza e dell’infiammazione si confermano sedute di laserterapia e magnetoterapia, da affiancare anche ad esercizi riabilitativi. Per evitare recrudescenze o in ottica preventiva si consigliano poi alcune semplici best practice come il mantenere il peso corporeo equilibrato, lo svolgere attività fisica continuativa ma senza sottoporre il ginocchio a sforzi eccessivi, la correzione della postura e l’utilizzo di scarpe comode dotate di plantari.

E la laserterapia?

Si conferma indicata per tutte quelle patologie dove sono presenti dolore, infiammazione, edema a carico di strutture capsulo-legamentose e meniscali.
Non invasiva e indolore permette anche il miglioramento della funzionalità articolare e la promozione dei processi di guarigione.

E la magnetoterapia?

Basandosi sull’applicazione di specifici campi magnetici dalla comprovata funzione nei processi biologici, è indicata per il trattamento del dolore, dell’infiammazione e dell’edema grazie ai suoi effetti sulle cellule del sistema immunitario e sul circolo. Inoltre studi clinici mirati, oltre a confermarne l’effetto antalgico, anti-infiammatorio e drenante, ne hanno dimostrato anche l’azione di riparazione e rigenerazione dei tessuti molli.

Testo a Destra
Immagine 30%/Testo 60%
case report kneepain

Il caso clinico

La signora C.S (72 anni) deve fronteggiate una gonartrosi ad uno stadio molto avanzato. Per evitare intervento chirurgico di artroprotesi viene sottoposta a sedute di Hilterapia® applicando il protocollo specifico previsto per la patologia diagnosticatale. Dopo 15 trattamenti la paziente manifesta un miglioramento così evidente da escludere l’operazione.
Per evitare di dover ricorrere extrema ratio alla sala operatoria, annualmente si consiglia di ripetere il ciclo di trattamenti.
In occasione di una visita di controllo a distanza di diversi mesi, C.S. manifesta una nuova sintomatologia dolorosa che il fisiatra attribuisce ad una semplice gonalgia con interessamento del compartimento antero-mediale e della zone perirotulea. Per risolverla la signora viene sottoposta a nuove sedute di Hilterapia® con trattamento non solo del ginocchio, ma anche della muscolatura (quadricipite, tricipite surale ed ischio crurali) così da ottenere un significativo effetto di vascolarizzazione e di elasticizzazione dei tessuti.
La sintomatologia dolorosa, nettamente ridotta sin dalle prime sedute, è completamente regredita dopo 12 applicazioni.

(caso riferito da Giorgio Dordoni, fisioterapista)

Potrebbero interessarti anche ...

Vedi tutti gli articoli

blog - 12/02/2019
Le influenze della laserterapia In medicina, il laser è utilizzato per applicazioni chirurgiche (laser chirurgia) e terapeutiche (laserterapia). In particolare, la laserterapia è una terapia fisica...
news - 30/01/2019
“Effect of a physiotherapy rehabilitation program on knee osteoarthritis in patients with different pain intensities”: è questo il titolo della ricerca che si è proposta di esaminare gli effetti di...
Knee pain - ASA research
Ricerca
A. A. Abdel-Aziem, E. S. Soliman, D. M. Mosaad, A. H. Draz Journal of physical therapy science 30(2):307-312, 2018 Purpose: To examine the effect of physiotherapy rehabilitation program on moderate...
Press - 12/12/2019
Anche il team di ASAcampus coinvolto nell’’esperimento XENOGRISS che sarà portato avanti durante la missione Beyond capitanata dell’astronauta italiano dell’Agenzia Spaziale Europea Luca Parmitano e...
Press - 12/12/2019
Il quotidiano piemontese La Stampa nella sua versione on line parla dell’esperimento XENOGRISS, tra gli studi che verranno svolti dell’agenzia spaziale italiana durante la missione Beyond sulla...
Press - 11/12/2019
A parlare del progetto, tra gli studi che verranno svolti dell’Agenzia Spaziale Italiana durante la missione Beyond, è il magazine on line spagnolo Denoticias.es.