“Rapida, pratica ed efficiente”: Hilterapia® secondo la fisioterapista Dott.ssa Caterina Chincoli

Condividi

Da 4 anni utilizza con successo Hilterapia® ma, per migliorare ulteriormente le sue competenze e per ottimizzarne i risultati, non esita a partecipare a corsi di formazione mirati. Caterina Chincoli, fisioterapista della Federazione Italiana Scherma (FIS), crede fortemente nell’importanza del training per accrescere la propria professionalità. «La formazione è determinante – spiega - per rendere un professionista sempre più preparato, consentendogli di essere aggiornato sulle nuove pratiche di fisioterapia e sulle innovazioni  tecnologiche che la ricerca offre per  operare al meglio. Ne è un esempio il  “Corso Master Hilterapia®” che ho da poco concluso e che mi è servito per approfondire questa terapia e per  confrontarmi con colleghi  anche di ambiti diversi traendone sempre stimolo.  In particolare il Master si è dimostrato molto utile soprattutto nel trattare le “modalità del piano di trattamento in dinamica”: una metodica che applicavo già da tempo con buoni risultati sulla performance dell’atleta e che, durante il training,  si è confermata estremamente valida. Con Hilterapia® sono sicura di aver fatto una  buona scelta professionale».

D. Come è venuta a conoscenza della terapia di ASAlaser?
Diversi centri di fisioterapia di Roma con cui collaboravo già utilizzavano Hilterapia® nel trattare i loro pazienti, così mi sono trovata a tu per tu con la terapia verificandone quotidianamente i benefici. Una verifica che è proseguita quando ho iniziato a collaborare con lo staff medico della Federazione Italiana Scherma.

D. Esperienza dopo esperienza ha imparato a testate l’efficacia di Hilterapia® direttamente sul campo, trattando casi diversi. Quali sono i suoi punti di forza rispetto a quanto ha potuto verificare?
R. La terapia di ASAlaser ha un approccio pratico, rapido ed efficace. Le sue azioni biostimolante, antinfiammatoria e antidolorifica, comportano un miglioramento della funzionalità articolare e della sintomatologia dolorosa in breve tempo, ma con effetti prolungati dando così benefici  sulla  “quoad valetudinem”, sulla cenestesi e sullo svolgimento delle ADL (Activity Daily Life) del paziente. Nel caso specifico dell’atleta, poi, ha ricadute ottimali sulla sua performance sportiva migliorando il gesto atletico.

D. Sono questi gli aspetti che diversificano Hilterapia® dalle altre terapie laser?
R. Sicuramente si. Nello specifico potenza e rapidità sono elementi di valore indispensabili per affrontare al meglio patologie dolorose ed infiammatorie dell’apparato osteo-muscolo-tendineo, croniche e acute, nelle più svariate circostanze in cui si vengono a creare; in quanto l’Hilterapia®, unendo una buona conoscenza della fisiologia ed anatomia umana alla corretta modalità di trattamento, crea l’armonia giusta per intervenire tempestivamente. Nel caso specifico degli atleti della FIS la sua applicazione avviene sotto controllo dei medici e dei fisioterapisti dello staff della Federazione.

D. Qualche caso pratico per esemplificarne il valore?
R. La mia esperienza maturata in ambito sportivo mi spinge a dire che gli atleti, sempre in continuo movimento fisico per i ripetuti allenamenti,  spesso rischiano di incorrere in problematiche legate all’affaticamento  e “all’overuse” delle componenti muscolari, articolari e capsulo-legamentose. Saper affrontare rapidamente tali situazioni, soprattutto nella fase acuta, è fondamentale per evitare uno stress fisico con conseguente sintomatologia dolorosa durante le competizioni. Hilterapia® agisce proprio in questa direzione in piena sicurezza, mirando ad ottenere il benessere psico-fisico dello sportivo attraverso, per esempio, la riduzione dell’edema nel distretto corporeo interessato o l’aumento dell’apporto sanguigno all’interno di una contrattura così da risolverla.

D. Dovendo sintetizzare Hilterapia® in 3 parole?
R. Rapida, pratica e efficiente.

Potrebbero interessarti anche ...

Vedi tutti gli articoli

Press - 12/12/2019
Anche il team di ASAcampus coinvolto nell’’esperimento XENOGRISS che sarà portato avanti durante la missione Beyond capitanata dell’astronauta italiano dell’Agenzia Spaziale Europea Luca Parmitano e...
Press - 12/12/2019
Il quotidiano piemontese La Stampa nella sua versione on line parla dell’esperimento XENOGRISS, tra gli studi che verranno svolti dell’agenzia spaziale italiana durante la missione Beyond sulla...
Press - 11/12/2019
A parlare del progetto, tra gli studi che verranno svolti dell’Agenzia Spaziale Italiana durante la missione Beyond, è il magazine on line spagnolo Denoticias.es.